Radio Vaticana - Vatican Radio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Radio Vaticana
Logo Radio Vaticana
Area di trasmissione In tutto il mondo
Programmazione
Formato Notizie , celebrazioni religiose, programmi di approfondimento e musica
Affiliazioni Rete radiofonica mondiale
Proprietà
Proprietario Segreteria per la Comunicazione della Curia Romana
Collegamenti
Sito web www .radiovaticana .va
Edificio amministrativo e antenne radio a Città del Vaticano
Radio Vaticana si trova a Città del Vaticano
Radio Vaticana
Radio Vaticana
Posizione su una mappa della Città del Vaticano

La Radio Vaticana (in italiano : Radio Vaticana ; in latino : Statio Radiophonica Vaticana ) è il servizio di trasmissione ufficiale della Città del Vaticano .

Istituito nel 1931 da Guglielmo Marconi , oggi i suoi programmi sono offerti in 47 lingue, e sono trasmessi su onde corte , DRM , onde medie , FM , satellite e Internet . Sin dal suo inizio, la Radio Vaticana è stata mantenuta dall'Ordine dei Gesuiti . La Radio Vaticana ha conservato la sua indipendenza durante l'ascesa dell'Italia fascista e della Germania nazista . Dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale , una settimana dopo che papa Pio XII aveva ordinato la programmazione, la Radio Vaticana trasmise la notizia che polacchi ed ebrei venivano radunati e costretti a entrare nei ghetti .

Oggi la programmazione è prodotta da oltre duecento giornalisti dislocati in 61 paesi diversi. La Radio Vaticana produce più di 42.000 ore di trasmissione simultanea che copre notizie internazionali, celebrazioni religiose, programmi di approfondimento e musica. L'attuale direttore generale è padre Federico Lombardi , SJ

Il 27 giugno 2015, Papa Francesco , in una lettera apostolica motu proprio ("di propria iniziativa") , ha istituito il Segretariato per le comunicazioni nella Curia romana , che ha assorbito la Radio Vaticana a partire dal 1 ° gennaio 2017, ponendo fine agli 85 anni di attività indipendente dell'organizzazione .

Storia

1930s

Papa Pio XI , il
suo successore Pacelli con Marconi all'inizio della Radio Vaticana 1931

La Radio Vaticana iniziò a trasmettere con il nominativo HVJ su due frequenze ad onde corte utilizzando 10 kilowatt (kW) di potenza il 12 febbraio 1931, con il messaggio pontificio "Omni creaturae" di Papa Pio XI . Erano presenti anche Guglielmo Marconi e il cardinale Eugenio Pacelli, che sarebbe diventato papa Pio XII . Il suo primo direttore fu il fisico Giuseppe Gianfranceschi , che fu anche presidente dell'Accademia dei Nuovi Lincei .

Nel 1933 fu stabilito un collegamento permanente a microonde tra il Palazzo Vaticano e la residenza estiva del papato, Castel Gandolfo .

Nel 1936 l' Unione Internazionale delle Telecomunicazioni (ITU) riconobbe la Radio Vaticana come "caso speciale" e ne autorizzò la diffusione senza limiti geografici. Il 25 dicembre 1937 furono aggiunti un trasmettitore Telefunken da 25 kW e due antenne direzionali . La Radio Vaticana ha trasmesso oltre 10 frequenze.

seconda guerra mondiale

A seguito di un rapporto del dicembre 1939 del cardinale August Hlond di Poznań che descriveva in dettaglio l'oppressione della Chiesa cattolica in Polonia, Papa Pio XII decise, tra le altre misure, di utilizzare la Radio Vaticana per fornire "informazioni riguardanti le condizioni della chiesa in Polonia". La trasmissione tedesca del 21 gennaio 1940 paragonava le attività tedesche a "ciò che i comunisti imposero alla Spagna nel 1936"; il servizio inglese ha notato che gli attacchi alla Chiesa non erano limitati ai sovietici.

Durante la seconda guerra mondiale , le trasmissioni di notizie della Radio Vaticana furono (come tutte le trasmissioni straniere) vietate in Germania. Durante la guerra, il servizio radiofonico operava in quattro lingue.

Mentre alcuni critici hanno detto che Papa Pio XII era troppo silenzioso riguardo all'Olocausto, Jacques Adler ha esaminato le trascrizioni delle trasmissioni in tempo di guerra alla Radio Vaticana. Adler sostiene di aver smascherato la persecuzione nazista della Chiesa e di essersi opposto alla collaborazione con il nazismo. Ha invitato i cattolici a rimanere fedeli alle ingiunzioni della loro fede: difendere la santità della vita e l'unità dell'umanità. Così facendo il Papa ha perseguito una politica di resistenza spirituale all'ideologia nazista e al razzismo.

Anni Quaranta e Cinquanta

Nel 1948, i servizi furono estesi a 18 lingue.

Per motivi di spazio, la Santa Sede ha acquisito un'area di 400 ettari situata a 18 chilometri a nord di Roma a Santa Maria di Galeria (GC: 42 ° 2′39 ″ N 12 ° 19′22 ″ E  /  42.04417 ° N 12.32278 ° E  / 42.04417; 12.32278 ). La Repubblica Italiana ha concesso al sito lo status extraterritoriale nel 1952.

Nel 1957 fu messo in funzione un nuovo centro di trasmissione, con un trasmettitore Philips a onde corte da 100 kW , due trasmettitori a onde corte da 10 kW e un trasmettitore a onde medie da 120 kW , con 21 antenne direzionali e un'antenna omnidirezionale . La fase successiva ha coinvolto due trasmettitori da 100 kW destinati ad Africa e Oceania , un trasmettitore a onde medie da 250 kW per l'Europa e un trasmettitore da 500 kW per l'Estremo Oriente e l'America Latina.

Radio Vaticana è stata una delle 23 organizzazioni emittenti fondatrici della European Broadcasting Union nel 1950.

Anni 2000

Nel 21 ° secolo, la Radio Vaticana ha sperimentato le tecnologie di trasmissione digitale (DRM, T-DAB, T-DMB) e ha utilizzato newsletter elettroniche, podcast e altre nuove tecnologie per distribuire la sua programmazione. La Radio Vaticana e la CTV hanno aperto il proprio canale YouTube nel 2010, operando in quattro lingue e gestendo sei account Twitter.

Nel maggio 2009 è stato annunciato che la Radio Vaticana avrebbe iniziato a trasmettere per la prima volta annunci pubblicitari a luglio. La decisione è stata presa in modo da far fronte all'aumento dei costi della radio, ovvero 21,4 milioni di euro all'anno. Tutti gli annunci dovrebbero soddisfare "standard morali elevati". Domenica 1 luglio 2012 la Radio Vaticana ha smesso di trasmettere le trasmissioni a onde corte e medie in Nord America , Sud America ed Europa . La Sala Stampa Vaticana ha chiuso il Servizio Informazioni Vaticano nell'agosto 2012.

Nel 2014 Michael Gannon, dall'Irlanda, è diventato la prima persona con sindrome di Down a lavorare in un ufficio del Vaticano, cosa che ha fatto come stagista alla Radio Vaticana.

A partire dal 2016, la Radio Vaticana aveva uno staff di 355 persone che producono più di 66 ore di programmazione giornaliera in 45 lingue in onda e 38 lingue sul sito web. I programmi vengono trasmessi tramite onde corte, onde medie, FM e satellite.

La Radio Vaticana perde tra i 20 ei 30 milioni di euro all'anno. Con il suo assorbimento nella Segreteria per la Comunicazione della Curia il 1 ° gennaio 2017 il direttore della Radio Vaticana mons. Dario Viganò ha indicato che intende ridurre le operazioni radio a onde corte e istituire misure di controllo dei costi nelle altre operazioni di trasmissione del servizio.

Il 24 marzo 2017, la Radio Vaticana ha effettuato la sua ultima trasmissione ad onde corte in lingua inglese in Asia dopo 59 anni di servizio. Il servizio inglese della Radio Vaticana per l'Asia è poi proseguito online.

Televisione

Durante gli anni '30, la stazione fece trasmissioni televisive sperimentali. Tuttavia, a parte una breve ripresa sperimentale negli anni '50, fu solo negli anni '90 che iniziò un regolare servizio televisivo "satellitare". I programmi di TV2000 comprendono la programmazione del Centro Televisivo Vaticano .

Trasmettitori

Serie di trasmettitori presso il sito dei trasmettitori della Radio Vaticana, Santa Maria di Galeria

I segnali vengono trasmessi da un grande impianto di trasmissione a onde corte e onde medie per Radio Vaticano. Il Trasmettitore Santa Maria di Galeria è stato istituito nel 1957 ed è un'area extraterritoriale in Italia appartenente alla Santa Sede. Il segnale dell'intervallo della Radio Vaticana è un suono ben noto alla radio a onde corte.

Un'antenna per la frequenza delle onde medie 1530 kHz che consiste di quattro torri indipendenti con messa a terra alte 94 metri (308 piedi) disposte in un quadrato, che trasportano cavi per un'antenna a onde medie su barre trasversali orizzontali. La direzione di questa antenna può essere modificata.

Controversia sulle radiazioni

Il sito del trasmettitore di Santa Maria di Galeria è oggetto di una controversia tra la stazione e alcuni residenti locali che affermano che le radiazioni non ionizzanti del sito hanno influito sulla loro salute

Guarda anche

Appunti

Riferimenti

  • Blet, Pierre. Pio XII e la seconda guerra mondiale: secondo gli archivi del Vaticano. Tradotto da Lawrence J. Johnson. 1999, Paulist Press. ISBN   0-8091-0503-9
  • Levilliain, Philippe. Il papato: un'enciclopedia . Tradotto da John O'Malley. Routledge, 2002. ISBN   0-415-92228-3
  • Matelski, Marilyn J. Radio Vaticana: Propagation by the Airwaves. 1995, Praeger ISBN   0-275-94760-2

link esterno